Un nuovo bene confiscato da ristrutturare a Molfetta

Il 2 maggio scorso è stata pubblicata la Determinazione Dirigenziale n. 530 con la quale si approvava il progetto definitivo per la ristrutturazione e valorizzazione del bene confiscato alla nostra criminalità in Vico 1° Sant’Alfonso n. 8.
L’immobile seminterrato è composto da quattro vani con volte alte in pietra e fu confiscato definitivamente il 18.04.2001, con decreto n. 8336 del Direttore Generale dell’Agenzia del Demanio. Fino alla confisca definitiva il locale era nella disponibilità di Antonio Andriani, tra i protagonisti delle grandi operazioni antidroga degli anni ’90, ucciso nell’androne della sua abitazione nel 2016.
L’intervento di 265 mila euro è inserito nell’ambito del PNRR, Missione 5 – Valorizzazione dei beni confiscati alle mafie finanziato dall’Unione europea – Next Generation EU. Il progetto denominato “Crocevia di storie” ha come obiettivo finale la creazione di un centro interculturale.
Per poter portare a termine detto progetto bisogna indire specifica gara d’appalto, per l’affidamento dei lavori, entro le stringenti tempistiche imposte dal finanziamento PNRR, e adottare il provvedimento di aggiudicazione definitiva entro il 30.06.2024. Speriamo che la macchina amministrativa riesca a portare a termine il progetto di ristrutturazione e faccia partire un avviso pubblico trasparente per la gestione del futuro centro interculturale.

Social

Attualità

“Abbracciamo le differenze”, la terza edizione della Festa dei Popoli

Tutto pronto per la Festa dei Popoli che si terrà domani 16 giugno a partire dalle ore 18.00 e fino alle ore 23.00, in Villa Comunale (piazza Garibaldi) a Molfetta. Per un giorno...

Attualità

Restauri e mostre al Museo Diocesano: nuovi orari per il periodo estivo

Prosegue dal 3 maggio, con significativo interesse di pubblico, la mostra d’arte contemporanea allestita nei nuovi ambienti annessi al Museo Diocesano dal titolo...

CulturaMaior

“Sono lieto che i cari concittadini si ricordino di me”

L’idea di rendere possibile un’intervista impossibile è scaturita leggendo quella che “Il Messaggero” ha fatto lo scorso anno a Benjamin Franklin (Boston 1706...

AttualitàMaior

Mandorla e Vesica Piscis: un connubio sacro nel Bocconotto Molfettese

La storia del Bocconotto Molfettese, un dolce tipico pugliese dal sapore intenso e dalla consistenza morbida, affonda le sue radici in un passato...