Tragedia Moby Prince, Molfetta non dimentica

Il 10 aprile del 1991, il traghetto Moby Prince, in seguito alla collisione nel porto di Livorno con la petroliera Agip Abruzzo, prese fuoco. A bordo c’erano 141 persone. In 140 persero la vita. Fra loro 4 molfettesi, nella foto da sinistra: Natale Amato (52), Giovanni Abbattista (46 anni), Giuseppe de Gennaro (29) e Nicola Salvemini (36).

Ancora oggi per quella tragedia, il più grave disastro della marineria civile italiana, non ci sono colpevoli. Molfetta non dimentica. E chiede ancora giustizia.

Ufficio Stampa Comune di Molfetta

Social

Attualità

È nel dubbio che la fede si genera

Il contrario della fede non è il dubbio ma l’incredulità. Il dubbio è il grembo della fede. È nel dubbio che la fede...

Attualità

“È Tennis mania. Il talento dei pionieri a Molfetta”

Solo due mesi fa nell’ultima conferenza sul tema “Molfetta ed il calcio” e nella contestuale assegnazione del PREMIO ANTONIO GIANCASPRO ad Angelo Terracenere,...

Cultura

“La vita di Maria nell’arte, tra musica e poesia”

Venerdì prossimo, 31 maggio, alle ore 20 presso la Cattedrale di Molfetta, si terrà un evento di beneficenza organizzato dal Gruppo di Volontariato...

Cultura

“Suonar Un Desiderio”

Andrà in scena, domenica 26 maggio, a chiusura della rassegna “La Stagione Delle Muse” per la direzione di Francesco Tammacco, lo spettacolo di Benedetta Lusito: “Suonar un desiderio”.Un viaggio...