Ospedale del Nord Barese, Tammacco: ”Finalmente si procede”

“Possiamo tirare una piccola linea per la partenza, sofferta, di questo ospedale che i comuni a nord di Bari aspettano ormai da più di un decennio. Oggi è stata una giornata importante dopo quella in cui è stata bandita la gara per la progettazione, lo scorso 5 maggio.
La Asl Bat, stazione appaltante, ha fatto luce sui prossimi passaggi della gara. Il 19 giugno il termine ultimo per la presentazione delle offerte, il 22 giungo la prima seduta pubblica per l’aggiudicazione. Dopo tanto sospirare, non posso che esprimere soddisfazione per l’attenzione che il Nuovo ospedale del Nord Barese sta ricevendo, dopo essere stato inserito nel piano di riordino ospedaliero del 2012 ed essere finito nel dimenticatoio fino al 2019, quando si è ripreso a parlarne.
Se tutto andrà bene a fine agosto sarà pubblicata la delibera di aggiudicazione.
Anche sul versante dei fondi finalmente sembra che si stia procedendo speditamente.
Oggi sono arrivate le rassicurazioni dell’assessore Palese con la notizia che la procedura ha già superato la conferenza Stato-Regioni e del direttore del Dipartimento Salute Vito Montanaro che ha riferito di un protocollo di intesa tra Ministero e Regione Puglia datato 5 maggio per la sottoscrizione dell’accordo di programma integrativo finalizzato alla realizzazione degli interventi di completamento del nuovo ospedale di Taranto e del Nuovo ospedale del nord Barese, accordo che potrebbe essere firmato a giorni. Tutto lascia pensare che siamo alle battute finali. Sebbene non abbia motivo di dubitare di quanto mi viene detto, continuerò come mio solito a vigilare sui tempi perché i territori a cui abbiamo ridato la speranza, non possono aspettare oltre i tempi della burocrazia.
Dopo il 19 giugno chiederò che la commissione bilancio venga riconvocata sul tema dell’ospedale del Nord barese per verificare che le procedure di gara rispettino il cronoprogramma comunicato oggi dalla Asl Bat.
Ricordo inoltre che l’ospedale del Nord Barese ha come bacino di utenza il nord barese, ( Molfetta, Bisceglie, Ruvo, Giovinazzo Terlizzi, Bitonto) e che se sarà realizzato lo sarà anche grazie alla volontà dei due sindaci di Molfetta e Bisceglie che, superando ogni forma di bieco campanilismo, si sono accordati sull’area in cui farlo sorgere. Accordo sottoscritto già nel 2020 dai due primi cittadini che, riconvocati nel 2022 per alcune criticità emerse sulla prima ipotesi di allocazione dell’ospedale, nel giro di una settimana hanno trovato una soluzione alternativa e firmato un nuovo accordo dando il via libera alla nuova sede. È quello che accade fra persone che hanno a cuore i territori che amministrano. Sì, perché ci sono temi come la salute dei cittadini di fronte ai quali le strumentalizzazioni politiche dovrebbero fermarsi”.

Social

Attualità

Le attività del Centro Recupero Tartarughe Marine WWF di Molfetta presentate nel convegno internazionale in Thailandia

Nelle scorse settimane a Pattaya, in Thailandia, si è discusso anche delle attività svolte dal Centro Recupero Tartarughe Marine WWF di Molfetta. Dal...

Attualità

Intelligenza artificiale o spirituale?

“Apri i nostri cuori all’intelligenza delle Scritture, perché diventiamo testimoni dell’umanità nuova”. Così ci fa pregare la seconda Colletta all’inizio della celebrazione eucaristica....

AttualitàMaior

Proclamazione dei premiati del Certame Carabellesiano

Presso la sede dei licei Einstain-Da Vinci di via Togliatti, si è tenuta la proclamazione degli studenti vincitori della quarta edizione del Certame...

Attualità

“Avvocatura e civismo: il valore della legalità”

Nell’ambito delle comuni iniziative portate avanti anche nel corrente anno scolastico con il Liceo Classico “L. da Vinci” di Molfetta, l’Associazione Avvocati Molfetta...