La Pavimaro Molfetta torna alla vittoria, Fasano piegato 92-69

Ci voleva. La Pallacanestro Molfetta torna alla vittoria, voltando pagina dopo la dolorosa batosta di Matera. I biancorossi del presidente Solimini, infatti, nella venticinquesima e penultima giornata del campionato di serie C unica superano Fasano con il punteggio di 92-69 e si congedano dal pubblico di casa per quel che concerne la sola regular season, dando appuntamento al PalaPoli per la coda dei play-off. È super la prova dei molfettesi che, ludici e sempre sul pezzo, aggrediscono sin da subito i rivali e tengono alta l’intensità difensiva per tutta la durata del match. Non ha pecche il copione del tecnico Gesmundo che i suoi recitano alla perfezione. Nell’insolita domenica cestistica è la stella di Iannelli a brillare più intensamente di tutte: l’ala-centro di San Severo ne mette 21 in 21 minuti e strappa più applausi di tutti. Per la Pavimaro è la sedicesima vittoria stagionale.

La cronaca. Al PalaPoli, Gesmundo parte con il suo solito quintetto formato da Ippedico, Chiriatti, Didonna, Duval e Iannelli. Apre Giuliani, replica Iannelli, la ribalta Chiriatti, autore di ben 17 punti, 12 dei quali da oltre la linea dei 6.75: buona partenza delle due formazioni. I padroni di casa, però, sono più convinti (4 punti messi in fila da Iannelli, 14-9), poi 7-0 biancorosso e Molfetta avanti 26-15, già sopra la doppia cifra di vantaggio. Duval colpisce da oltre l’arco (la sua tripla vale il 31-18), Ippedico timbra il cartellino con 4 punti consecutivi (37-23), ma Fasano, complici due antisportivi a Stella e ad Infante, risale la china (2-7) e resta aggrappato alla partita (41-34). Chiriatti si dimostra infallibile dai 6.75 (3/4), Stella va a segno facile. Negli spogliatoi si torna sul 46-34. Duval e Infante si imitano con successo nel gioco da tre punti (canestro più libero aggiuntivo, 52-36), poi il numero 34 sale in cattedra, firma ben 6 punti di fila e la Pavimaro vola sul 59-41. Va a segno anche Kodra, poi Duval stoppa e in entrata scrive 63-47, mentre Iannelli si conferma brutto cliente in area ospite: 65-50, +15. La marcia biancorossa, coi canestri di Duval, Kodra, Iannelli e Chiriatti, è inarrestabile: alla terza boa è 74-59. Stella è una sentenza da oltre l’arco (77-59), il +25 di Chiriatti è l’ipoteca al successo finale: 84-59. Dalla panchina si alzano Caniglia, La Macchia e Solimini, Infante schiaccia la palla dell’86-61, Iannelli firma il massimo vantaggio dei padroni di casa (+29, 90-61), gli ultimi 6 punti di Fasano servono solo per le statistiche. Al 40’ è 92-69.

Il post-gara. La Pavimaro Molfetta è tornata al successo, ma il match con Fasano non si è rivelato affatto poco più di un allenamento: «Le partite non si vincono mai prima del fischio finale – ha detto a fine partita l’assistant coach Antonio Camporeale -. Siamo stati bravi ad entrare in campo con un atteggiamento positivo: a Matera abbiamo fatto il nostro, è mancato il centesimo all’euro, ma volevano ripartire di lì per non avere rimpianti in caso di passi falsi delle altre squadre. Volevamo chiudere bene in casa e abbiamo dimostrato di essere una squadra pronta ai play-off». La fase più importante della stagione: «Ci arriveremo con la testa giusta, quella di una squadra che ha raggiunto ciò che la società si era prefissata – ha detto Camporeale -. È un obiettivo basico, non dobbiamo avere alcun senso di appagamento: proveremo a giocarci tutte le gare al meglio», ha concluso. Domenica 21 aprile, intanto, si chiude a Mesagne, palla a due alle ore 18.00.

Tabellino: S.S.D. Pavimaro MolfettaA.S.D. Basket Fasano 92-69

S.S.D. Pavimaro Molfetta

Caniglia, Ippedico 4, Stella 10, Solimini, Chiriatti 17, Didonna 3, Duval 13, La Macchia, Altamura 2, Kodra 6, Iannelli 21, Infante 16. Allenatore: Gesmundo.

A.S.D. Basket Fasano

Muolo, Aldini 3, Quarone 7, Paparella 12, D’Avanzo n.e., Acuna 25, Argento 9, Kimekwu 2, Franck, Giuliani 9, Alfarano 4, Cervellera. Allenatore: Serrano.

Arbitri: Tornese (Monteroni) e Agresta (Brindisi).

Parziali: 26-15; 46-34; 74-59; 92-69.

Note: nessuna.

Social

Attualità

“Salvami”, incontri all’ombra dei Pini di Via Don Minzoni

Mentre proseguono i presidi giornalieri dei tanti cittadini riuniti nel Comitato in difesa del Verde e del territorio molfettese e sempre in attesa...

Politica

Gestione Park Club, proroga immotivata

Desta grande sconcerto la decisione dell’amministrazione comunale di prorogare per un’altra stagione, sino al 30 ottobre 2024, la concessione dell’area del “Park Club”...

Attualità

È nel dubbio che la fede si genera

Il contrario della fede non è il dubbio ma l’incredulità. Il dubbio è il grembo della fede. È nel dubbio che la fede...

Attualità

“È Tennis mania. Il talento dei pionieri a Molfetta”

Solo due mesi fa nell’ultima conferenza sul tema “Molfetta ed il calcio” e nella contestuale assegnazione del PREMIO ANTONIO GIANCASPRO ad Angelo Terracenere,...