La Pallacanestro Molfetta perde a Mesagne e chiude al quarto posto

La Pallacanestro Molfetta termina il torneo di serie C unica con una sconfitta (l’ottava stagionale, 89-79 sul campo di Mesagne), non approfitta della debacle casalinga di Castellaneta con Lecce (66-76) e archivia la regular season in quarta posizione, l’ultima utile per i play-off. Negli spareggi per il salto in serie B interregionale il sodalizio del patron Solimini incontrerà la capolista Canusium al meglio delle tre gare, la prima – e l’eventuale terza – da disputare fuori casa. I biancorossi, dunque, sempre costretti ad inseguire nell’arco dei 40 minuti, nonostante i 25 punti di Infante e la remuntada del terzo quarto (l’unico portato a casa dai molfettesi, 23-25), cedono il passo alla penultima forza del campionato, salva senza passare dai play-out. Ai play-off, invece, parteciperà la Pavimaro che sfiderà in semifinale la battistrada Canusium al meglio delle tre partite in programma domenica 28 aprile (a Trinitapoli), giovedì 2 (in casa) e domenica 5 maggio (ancora fuori casa).

La cronaca. A Mesagne, Gesmundo si presenta con Ippedico, Didonna, Chiriatti, Duval e Infante: gara equilibrata nel primo quarto con gli ospiti che partono forte (4-9 di Infante), prima di subire la forza dei padroni di casa che si portano sul -2: 11-13. Il 2/2 di Iannelli dalla lunetta è ossigeno puro per i molfettesi (11-16), ma il quintetto di casa ci mette poco a reagire, contrastando con velocità gli ospiti e ribaltando lo score sulla sirena: 19-18 al 10’. Mesagne prova subito a scappare, ma Molfetta resta incollata alla gara con Duval (22-21) e Infante (24-23). Dura poco, però: i padroni di casa con un break a favore di 11-4 trovano l’allungo nel secondo quarto (33-25) toccando persino il +12 (42-30). In chiusura gli ospiti rispondono con Iannelli (13 punti a referto) e con Didonna che ricuciono parzialmente il gap: al riposo lungo è 44-38. Al rientro in campo dagli spogliatoi, Molfetta tira fuori il suo moto d’orgoglio e Gesmundo si affida ai suoi veterani (Chiriatti, Stella, Ippedico e Infante) per la rimonta, completata da Iannelli, autore del 59 pari. Stella, nativo di Mesagne, porta i suoi sul +4 (59-63), ma il quintetto di casa non molla e la ribalta poco prima della mezz’ora: 67-63. I locali prendono fiducia, allungano ancora una volta (74-67), ma gli ospiti ci mettono poco a reagire con Duval e con Iannelli per il -4, 74-70. La tenacia dei messapici, che riescono ad essere efficaci anche in difesa, viene premiata nel finale: l’ultimo ad arrendersi è Infante che fa due su due dalla lunetta (81-77), ma la partita ha già preso la strada di Mesagne. Finisce 89-79.

Il post-gara. La Pavimaro, dunque, chiude il campionato al quarto posto. «Il campo consegna solo verdetti veritieri – ha detto Gesmundo -, quindi bisogna accettarli nel bene e nel male. Detto questo, come più volte ribadito da me e dallo staff societario, abbiamo centrato quello che era il nostro obiettivo per la stagione regolare, la qualificazione ai play-off. E l’abbiamo fatto tra mille difficoltà logistiche che spesso passano in silenzio», ha sottolineato il tecnico. «Certo si può fare meglio – ha proseguito -, ma onestamente dopo avere perso a Matera e, quindi, ambire al secondo posto, vedo completamente indifferente giocare contro l’una o l’altra squadra», è il suo ragionamento. «Quando arrivi a questo livello devi essere molto sicuro dei tuoi mezzi e provarci fino in fondo, guardando unicamente all’obiettivo globale, di squadra. E sono certo – ha concluso Gesmundo – che i nostri giocatori affronteranno i play-off con il necessario atteggiamento mentale». Domenica 28 aprile alle ore 18.00, al cospetto di Canusium, andrà in scena gara 1.

Tabellino: A.S.D. Proshop Mesagne – S.S.D. Pavimaro Molfetta 89-79

A.S.D. Proshop Mesagne

Smith 27, Zurlo n.e., Serpentino 8, Vitucci, Gonzalez 18, Piscitelli n.e., Berdychevskyi 3, Angelini 18, Salerno, Quaranta 5, Condric 10. Allenatore: Sanchez.

S.S.D. Pavimaro Molfetta

Caniglia n.e., Ippedico 6, Stella 10, Solimini n.e., Chiriatti 9, Didonna 4, Duval 10, La Macchia n.e., Kodra, Iannelli 13, Infante 25, Altamura 2. Allenatore: Gesmundo.

Arbitri: Serra (Brindisi) e Fiorentino (Bari).

Parziali: 19-18; 44-38; 67-63; 89-79.

Note: nessuno.

Ufficio Stampa S.S.D. Pallacanestro Molfetta

Social

Attualità

“Salvami”, incontri all’ombra dei Pini di Via Don Minzoni

Mentre proseguono i presidi giornalieri dei tanti cittadini riuniti nel Comitato in difesa del Verde e del territorio molfettese e sempre in attesa...

Politica

Gestione Park Club, proroga immotivata

Desta grande sconcerto la decisione dell’amministrazione comunale di prorogare per un’altra stagione, sino al 30 ottobre 2024, la concessione dell’area del “Park Club”...

Attualità

È nel dubbio che la fede si genera

Il contrario della fede non è il dubbio ma l’incredulità. Il dubbio è il grembo della fede. È nel dubbio che la fede...

Attualità

“È Tennis mania. Il talento dei pionieri a Molfetta”

Solo due mesi fa nell’ultima conferenza sul tema “Molfetta ed il calcio” e nella contestuale assegnazione del PREMIO ANTONIO GIANCASPRO ad Angelo Terracenere,...