Il primo editoriale non si scorda mai…

Luglio 1985. Appariva per la prima volta nelle edicole molfettesi una nuova testata giornalistica locale. Oggi questa testata è ancora in pubblicazione per la quattrocentosessantacinquesima volta, ininterrottamente. Sono trascorsi ben quarant’anni, quando il Direttore responsabile Antonio De Gioia (nella foto), alla guida del periodico cittadino fino al 2005, spiegava nel suo primo editoriale perché l’altra Molfetta. Ci piace proporre ai lettori di ieri e di oggi, a distanza di oltre tre decenni, quel perché. Una risposta che spiega ancora oggi il segreto di così tanta longevità editoriale.

Perché
Un altro giornale vede luce nella nostra città.
Non c’è due senza tre, direbbe un vecchio adagio, ed è perciò che dopo “Molfetta nostra”, organo della Pro Loco, dopo “Molfetta”, stampato a cura di una cooperativa di Andria e al quale molti di noi abbiamo dato la nostra collaborazione fino a qualche mese fa, viene in edicola L’ALTRA MOLFETTA scritto e stampato a cura di una cooperativa di professionisti e lavoratori di Molfetta, la EDIRESPA, col proposito di dare un’esatta informazione al cittadino che non ha… le armi per entrare nei meandri della vita cittadina, dell’Amministrazione Comunale come dell’USL, dei partiti come delle scuole, delle piazze come degli altri enti pubblici.
Sollecitato dagli amici fondatori di questo giornale, ho accettato di dirigerlo non perché io abbia maggiori capacità degli altri redattori ma per l’osservanza della legge sulla Stampa essendo io corrispondente e collaboratore da 25 anni de IL TEMPO e della RAI-TV nazionale.
Data la variopinta schiera dei fondatori e collaboratori, L’ALTRA MOLFETTA – che avrà una periodicità mensile – non può essere al servizio di questo o quell’uomo politico, di questo o quel personaggio pubblico, e perciò noi non potremo trascurare i problemi che maggiormente affliggono la cittadinanza, costi quel che costi. Se così non facessimo il giornale si isterilirebbe e farebbe la fine degli organi di stampa dei partiti politici che non sono comprati neppure dagli iscritti.
Ci rendiamo perfettamente conto che, per far piacere ai lettori – che in definitiva sono quelli che ci daranno la linfa per vivere – l’articolista di turno e lo scrivente saranno tempestati di telefonate e di improperi da coloro i quali andremo di volta in volta ad incomodare con le nostre inchieste. Ma provino costoro un momento a mettersi dalla parte del cittadino onesto e si accorgeranno subito che le cose che diremo non saranno campate in aria. E, del resto, quale è la funzione della Stampa? Oltre che informare ed approvare le decisioni prese dagli organi preposti, ad essa spetta anche il compito di rendersi interprete dei giudizi di chi è fuori della stanza dei bottoni per correggere ciò che si fa contro gli interessi della comunità. E, se qualche volta, noi de “L’ALTRA MOLFETTA”, riusciremo ad eliminare certe storture, ne saremmo pienamente paghi.
Vogliano d’altra parte i lettori perdonarci se non sempre possiamo offrire loro – e non per colpa nostra – una informazione esatta al 100%: la perfezione non è di questo mondo. Sappiano d’altra parte essi che la collaborazione è aperta a tutti, sia con articoli sia con lettere al giornale, ed è per questo che invitiamo sin d’ora i cittadini a farci proposte, a darci suggerimenti e consigli, a segnalarci i problemi che a loro modo di vedere potranno essere trattati sul periodico.
Per rendere più varia ed interessante la lettura, la redazione ha deciso di istituire alcune rubriche affidate ad affermati professionisti locali i quali risponderanno su queste colonne ai quesiti di ordine legale, medico, fiscale, commerciale, edilizio.

Social

Attualità

Le attività del Centro Recupero Tartarughe Marine WWF di Molfetta presentate nel convegno internazionale in Thailandia

Nelle scorse settimane a Pattaya, in Thailandia, si è discusso anche delle attività svolte dal Centro Recupero Tartarughe Marine WWF di Molfetta. Dal...

Attualità

Intelligenza artificiale o spirituale?

“Apri i nostri cuori all’intelligenza delle Scritture, perché diventiamo testimoni dell’umanità nuova”. Così ci fa pregare la seconda Colletta all’inizio della celebrazione eucaristica....

AttualitàMaior

Proclamazione dei premiati del Certame Carabellesiano

Presso la sede dei licei Einstain-Da Vinci di via Togliatti, si è tenuta la proclamazione degli studenti vincitori della quarta edizione del Certame...

Attualità

“Avvocatura e civismo: il valore della legalità”

Nell’ambito delle comuni iniziative portate avanti anche nel corrente anno scolastico con il Liceo Classico “L. da Vinci” di Molfetta, l’Associazione Avvocati Molfetta...